Salone del Gusto: debutta il ristorante Liberamensa!

coverIl 21 ottobre, a Torino, apre i battenti il ristorante della casa circondariale Lorusso e Cotugno, un progetto pensato e partito due anni fa.

Inaugurazione virtuale del ristorante durante il Salone del Gusto: il 23 settembre cena simbolica con uno chef di eccezione. Dall'Osteria Mangiando Mangiando di Greve in Chianti, chiocciolata sulla guida Osterie d'Italia, lo chef Salvatore Toscano, grande appassionato ed ex giocatore di rugby, sport praticato dietro le mura del carcere di Torino, porterà in un simbolico "Terzo Tempo" i piatti della tradizione toscana. Alla cena collaboreranno, sia in sala sia in cucina, i detenuti del carcere di Torino e del carcere di Cuneo. L'appuntamento è prenotabile sul sito del Salone del Gusto. Durante la serata verrà presentato il ristorante del Lorusso e Cotugno, aperto a tutti.

LiberaMensa è un progetto della cooperativa Ecosol che si inscrive nel panorama delle iniziative volte alla creazione di "veri" posti di lavoro all'interno del carcere ed impiega mediamente ogni anno più di 30 detenuti. Oltre all'occupazione del "tempo" in modo attivo, il lavoro consente ai detenuti di percepire uno stipendio, di usufruire di un'esperienza formativa in un settore che offre possibilità di reinserimento e di essere protagonisti di un reale percorso di cambiamento. La percentuale di recidiva all'uscita dal carcere, nei casi in cui i detenuti non abbiano svolto attività alcuna durante il periodo di reclusione, è circa del 70%. La stessa si riduce intorno al 8% nei casi di occupazione e formazione professionale svolte durante la detenzione.

Archivio notizie