A Luoghi Comuni la conclusione del progetto “Carte de Visite”

Lo studio fotografico di Arianna Arcara ha chiuso e la sua residenza da Luoghi Comuni in Via Priocca è vicina al termine.
Per salutare e ringraziare tutti – i vicini di casa, gli amici, i partecipanti e tutte le persone che sono state coinvolte – mercoledì 12 novembre alle 19 in via Priocca, 3 a Torino sarà allestita una mostra con una selezione di fotografie che raccontano il risultato del lavoro "Carte de Visite".

Arianna Arcara / Carte de Visite
Il progetto Carte de visite documenta la mitologia di storie di Porta Palazzo attraverso immagini scattate nella dimensione domestica dell’appartamento dell’artista nella Residenza Temporanea di via Priocca.
Arianna Arcara ha aperto per due mesi, nella sua casa, uno studio fotografico gratuito per gli abitanti del quartiere e della residenza; il risultato è il ritratto della geografia antropica di Porta Palazzo, un atlante umano costruito da 185 ritratti, 99 fototessere, 31 foto di famiglia, 6 photo-book. Tra resistenze e aperture, l’album rappresentato racconta tradizioni, abitudini, necessità, interessi, ostilità e/o desideri tradotti in una selezione di fotografie, che misura il senso della foto ritratto oggi. Dei circa 200 partecipanti (92 maghrebini, 59 italiani, 16 africani - di Kenia, Nigeria, Senegal, Costa d'Avorio, Congo Brazzaville - 9 cinesi, 6 indiani, 5 rom, 1 sudamericano e 1 romeno) solo il 10% ha dato il consenso all’utilizzo delle immagini in questa mostra. Se il comune selfie non pone problemi di censura, la carte de visite resta un documento la cui privacy ha determinato le regole di restituzione formale del progetto: le singole individualità si sottraggono all’osservatore, lasciando intravedere solo nei dettagli di gesti e posture il protagonismo dei soggetti, che è affermazione di bisogni reali, e non solo estetici.

Archivio notizie