L’educazione finanziaria al servizio degli operatori sociali: il seminario il 19 settembre

Condividere le logiche e i principali strumenti in tema di educazione economica e finanziaria, agevolare il raggiungimento degli obiettivi di cambiamento e di aiuto alle famiglie in difficoltà. Sono questi gli obiettivi principali dell'incontro seminariale fissato per venerdì 19 settembre dalle 9 alle 13 nella Sala Convegni ATC, in Corso Dante 14 a Torino. L’iniziativa, che ha già riscosso un buon successo in istituzioni ed Enti pubblici, viene riproposta come occasione coinvolgente e professionalizzante per offrire agli operatori strumenti concreti di aiuto alle famiglie in difficoltà.

educazione finanziaria

La situazione economica che stiamo vivendo ha aggravato il già difficile rapporto degli italiani con il denaro. Tra le cause la scarsa dimestichezza con gli strumenti finanziari, i "significati sociali" attribuiti al denaro e l'incapacità - complici le pressioni commerciali - di cogliere la differenza tra utilità reali e utilità percepite.

Ai fini del benessere complessivo le capacità reddituali e le risorse economiche restano però un mezzo indispensabile attraverso il quale un individuo riesce a garantire - per sé e per la propria famiglia - un livello di vita dignitoso.

Nell’esercizio professionale (e sempre più spesso anche nella sfera privata) gli operatori a diretto contatto con un’utenza fragile, presa in carico dai servizi o che vi si rivolge, intrecciano quotidianamente il tema della sostenibilità del bilancio familiare e spesso non sanno quali risposte dare.

Questo incontro vuole aiutare tutti gli operatori che lavorano nel sociale a dare delle risposte precise e concrete.

Gli atteggiamenti di spesa non sono quasi mai gesti razionali, ma piuttosto occasioni in cui emergono e guidano le emozioni. Ed il fenomeno è esponenzialmente più evidente e grave per quelle fasce vulnerabili o svantaggiate (famiglie in difficoltà, anziani, disabili, immigrati, giovani). Di qui l'esigenza di avviare ad un'alfabetizzazione finanziaria che faccia riflettere sugli strumenti e sulle spinte emotive alla base dell'uso del denaro.

Avere maggiore consapevolezza permette all’utente di acquisire elementi di analisi della sua situazione e di crescere nella capacità di osservazione del proprio stato. E consente all’operatore di rendere più efficace il proprio intervento, poiché condiviso e percepito su un piano pratico.

 

Scarica qui la locandina dell'evento.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Informazioni e iscrizioni: mauro.gallo@comune.torino.it

È garantito il servizio di interpretariato LIS. 

enti

 

Archivio notizie