“Fa bene” contro lo spreco alimentare

fa-bene1

Le forme di sostegno alimentare attuate nei contesti di difficoltà economica si concentrano spesso su donazioni di alimenti a lunga conservazione.

Fa bene”, invece, concentra la sua attenzione prevalentemente sul cibo fresco, rispettando i principi di un’alimentazione equilibrata.

Il target a cui si rivolge il progetto “Fa bene” il cui obiettivo è quello di recuperare le eccedenze alimentari invendute, oltre che le donazioni spontanee degli acquirenti all'interno dei mercati rionali - è costituito da famiglie in difficoltà che possono così accedere a cibo fresco in cambio di attività di “restituzione”, ma anche da commercianti per cui la spesa solidale genera aumento delle vendite e rafforza la coesione con l’acquirente.

I punti chiave del progetto sono l’accesso ad alimenti sicuri, nutrienti e freschi, anche per quelle famiglie che a causa di problemi economici sarebbero costrette a compiere scelte alimentari meno equilibrate, e la ricerca della sostenibilità massimizzando l’impatto sociale e le ricadute positive sull'ambiente.

Una rete di azioni per combattere lo spreco alimentare.

Archivio notizie