Cosa sta succedendo ai Bagni Pubblici di Via Agliè? C’è bisogno del tuo aiuto

Dopo 6 anni di servizi e proposte culturali, dopo 8 anni di servizio docce pubbliche, i Bagni Pubblici di via Agliè hanno deciso di rinnovarsi. Perseguendo sempre gli obiettivi di qualità dei servizi e di offerta socio culturale con una particolare attenzione al territorio e all’innovazione, si apre ora un nuovo capitolo per scrivere il quale tutti noi siamo chiamati a partecipare.

unnamed

Il progetto dei Bagni è semplice ma ambizioso e si riassume in tre semplici punti.

Il servizio docce: funzione primaria e storica della nostra struttura, attraverso i lavori il servizio andrà al primo piano i un luogo incantevole, con il mosaico originale degli anni 20. “È bello farsi la doccia in un luogo bello”, un luogo in cui ci si sente a casa, attraversando un pezzo di storia del quartiere. Apriremo un servizio lavanderia, rispondendo così ai bisogni di molti frequentatori. Attraverso una attenta scelta dei colori e degli arredi, renderemo più accogliente lo spazio d’attesa e gli spazi delle attività.

Le attività culturali e il piano terra: tanti di voi in questi anni hanno frequentato le moltissime attività culturali proposte…e adesso che siamo anche "Casa del Quartiere" di Barriera di Milano ci allarghiamo! Il piano terra, dove attualmente si svolgono le docce, ospiterà le attività culturali e sociali: avremo un Salone e spazi più adeguati per le attività già esistenti come la biblioteca, la sartoria, lo spazio espositivo, ma anche nuovi spazi come “l’officina di carta” e il “teatrino delle docce”. Senza dimenticare i corsi, e le attività di presidio e supporto sociale come gli sportelli, e il progetto “Fa Bene”. Questo vuol dire, soprattutto per le associazioni, aumentare le attività e rispondere alle esigenze.

il bistrot: un bistrot di quartiere, concepito e in sintonia nel rispetto delle funzioni primarie della struttura, servizi e accoglienza per tutti. Qualità distintive come la  superficie multiuso, distribuita in modo che esistano delle continue interazioni tra clienti, frequentatori e “bagnanti”, per  continuare a rendere questo spazio un punto di incontro e un luogo di esperienze, prima di essere un “bar”, con un’offerta gastronomica in grado di rispettare e accogliere tutte le diversità e peculiarità del territorio.

Che cosa fare quindi per aiutare i Bagni a realizzare il progetto? È molto semplice, basta partecipare al crowdfunding organizzato ad hoc attraverso la rete del dono (visita la pagina).

Per ogni dono i Bagni avranno il loro modo speciale di ringraziarvi. Ecco come:

Per un dono di 10 euro, un caffè o una bevanda al bistrot;
Per un dono di 25 euro, un pranzo, sempre al bistrot;
Per un dono di 50 euro, un caffè, un pranzo e una riparazione alla sartoria dei Bagni.


Per i doni di materiale (elettrodomestici, piatti, computer etc.), basta passare in via Agliè 9 o chiamare allo 338 157 7881 oppure 011 553 3938

 

Volete dare anche voi un piccolo contributo per la avventura dei Bagni Pubblici di Via Agliè?

Archivio notizie