Hackability: il 21 marzo la presentazione dei prototipi

Il 21 marzo a partire dalle ore 10 al Fablab di Torino in via Egeo 16 si svolgerà la  presentazione dei prototipi realizzati nell'ambito del progetto Hackability. La gara non competitiva, al via il 7 febbraio scorso, aveva come obiettivo la  co-progettazione e realizzazione di oggetti a basso costo e personalizzabili, per supportare i disabili nella vita di tutti i giorni.

hackability

 

In questo mese e mezzo i team composti da persone con disabilità, maker, inventori e designer hanno lavorato ricorrendo all’uso di hardware, software open source, stampanti 3D, macchine taglio laser.

I 5 tavoli di co-progettazione si sono occupati di rispondere con 10 progetti alle esigenze e necessità espresse dai disabili. I risultati di questa intensa fase di studio e creazione sono: ausili per non vedenti, Tina la Robottina (meccatronica), Telecomando Universale, Hacking Carrozzine, Hacking e oggetti di uso quotidiano.

L'impatto dell’iniziativa è stato significativo sia sui media tradizionali sia sul web. Gli ideatori del progetto sono infatti stati invitati  il 7 marzo scorso dagli organizzatori di 3dprint Hub, la più grande fiera di stampanti 3D italiana, a fare una piccola presentazione dei prototipi in fase di realizzazione.

I progetti saranno messi a disposizione di tutti in Creative Common (CC-by sa) sul sito Hackability.it.

Hackability è un progetto realizzato da Consorzio Kairos e Consorzio Mestieri in collaborazione con Fablab Torino. Con l'adesione di Cpd Consulta per le Persone in difficoltà Torino, CSP Innovazione dell'ICT, e Politecnico di Torino DAD. Realizzato con il contributo di Fondazione Crt.

Hackability vuole gettare un seme, vuole essere un nuovo approccio alla costruzione e progettazione di ciò che ci circonda, che mette al centro l’idea della diversità esistente tra ognuno di noi, un concetto spesso denominato “Design for Each” o “Design for Everybody”.

Archivio notizie